Palermo riparte anche di sera. Musei, oratori, chiese, cupole, palazzi nobiliari, dal 3 luglio fino al 29 agosto apriranno le porte ogni venerdì e sabato dalle 19 a mezzanotte. Ripartire dal territorio è l’obiettivo di RestArt, l’iniziativa grazie alla quale da venerdì prossimo sarà possibile visitare in notturna alcuni tra i più importanti siti della città. Saranno aperti al pubblico gli oratori serpottiani (l’Oratorio di Santa Cita, di San Mercurio, di San Lorenzo, il Santissimo Rosario e l’Oratorio dei Bianchi), Palazzo Abatellis, il Museo archeologico Salinas, Palazzo Mirto, Museo Riso, Palazzo Branciforte e Villa Zito dove riapre la personale dell’artista palermitano Nicola Pucci, fermata dall’emergenza sanitaria. Aperture serali anche per il teatro Massimo, la chiesa di Santa Caterina dove, per l’occasione sarà possibile salire sino alla cupola insieme a quella della chiesa del Santissimo Salvatore e sulla torre di Sant’Antonio Abate dalla quale è possibile ammirare la Vucciria.