A Vienna si aprirà la nuova dépendance dell’Albertina di Vienna, l’Albertina Modern, sulla Karlsplatz, sede del nuovo museo di arte contemporanea della città. La maggior parte degli oggetti esposti proviene dall’ingente collezione Essl, oltre settemila opere di arte del dopoguerra. Il 40% della collezione, ancora in mano alla famiglia Essl, è stato donato all’Albertina, grazie alla forza di attrazione esercitata dal direttore Klaus Albrecht Schröder. Il restante 60%, invece, è stato acquistato per circa 100 milioni di euro dall’imprenditore edile Hans Peter Haselsteiner. Collezionista e mecenate, Haselsteiner ha deciso per un comodato del suo 60% all’Albertina Modern almeno fino al 2040, accollandosi sia le spese di ristrutturazione dell’edificio Künstlerhaus, sia quelle di gestione.