15/07/2022 e 22/07/2022

Di Sera Specialmente!

Nelle ultime due settimane di apertura della mostra temporanea La Fiasca della Luna e il Fascino d’Oriente, non perdere l’occasione per visitare i capolavori di porcellana bianca e blu anche di sera!

La Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani propone due serate esclusive, venerdì 15 luglio e venerdì 22 luglio, con visite guidate per adulti e percorsi adatti ai più piccoli.

Un’occasione unica per immergersi nelle bellezze della collezione permanente della casa e nel suo lussureggiante giardino, disseminato di oltre 400 opere d’arte e valorizzato da suggestivi scenari luminosi.

Per gli adulti:

Biglietto unico: 15€

Visite guidate alle ore: 20, 20:30 e 21

___________________

Per i più piccoli, Blu China:

Partendo dall’osservazione delle opere esposte all’interno della mostra, i bambini (dai 6 anni in su) hanno modo di sperimentare la decorazione su porcellana mediante l’utilizzo del colore Blu China, portando a casa con sè un ricordo di questa  serata speciale.

Biglietto speciale per il laboratorio: 5€

Laboratorio alle ore: 21

___________________

L’accesso alla Casa Museo e al giardino è consentito solo su prenotazione: info@fondazionezani.com – 0302520479

___________________

La Fiasca della Luna e il fascino d’Oriente
Il bianco e il blu nelle porcellane Ming e Quing

(01 aprile – 31 luglio 2022)

La sala mostre temporanee della Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani riunisce per la prima volta una selezione di raffinatissime porcellane bianche e blu della collezione Zani, in un suggestivo allestimento che si propone di ricreare una “stanza delle porcellane”, come accadeva in passato nelle dimore dei nobili collezionisti.

Ospite d’eccezione nella Casa Museo è una fiasca della luna proveniente dalle raccolte di Palazzo Madama di Torino. Si tratta di un raro esemplare di epoca Ming (inizio del XV secolo), impreziosito da raffinatissimi motivi geometrici e vegetali dipinti in blu cobalto sulla candida porcellana.

Il prestigioso prestito è l’occasione per valorizzare la straordinaria collezione di oltre 98 pezzi di porcellana cinese e giapponese della collezione, opere realizzate per lo più sotto le dinastie Ming e Quing.

Attraverso i dodici ambienti che compongono il percorso espositivo della Casa Museo si possono infatti ammirare straordinari esemplari di porcellana giapponese Kakiemon, cinese Imari, Dehua (Blanc de Chine), Céladon, della famiglia rosa, verde, bianca e blu di epoca Ming, Kangxi e Qianlong, quasi sempre in dialogo con esemplari europei del XVIII secolo realizzati nelle manifatture di Meissen, Vincennes, Sèvres, Doccia a Sesto Fiorentino e nella Real Fabbrica Ferdinandea di Napoli.