Percorsi didattici

La Casa Museo dispone di Servizi Educativi che offrono ai visitatori, giovani e adulti, l’opportunità di accostare lo straordinario patrimonio della collezione, mediato con il supporto di educatori esperti. L’accesso alla Casa Museo, organizzato per piccoli gruppi, consente di ammirare i pezzi esposti con uno sguardo d’insieme, ma anche di approfondire, in base alle proprie esigenze, temi iconografici oppure dettagli tecnici dei manufatti. Visite tradizionali, percorsi tematici e laboratori creativi garantiscono un approccio inclusivo ai contenuti, presentati con modalità comunicative adatte all’età e ai bisogni specifici dei fruitori.

Per gli studenti della scuola secondaria, per i giovani e gli adulti, la casa museo offre i percorsi a tema:

Arte_Fatti

In Casa Museo
L’iconografia mitologica rappresenta il fil rouge del percorso di visita, finalizzato ad accostare una selezione dei pezzi più significativi esposti all’interno del museo, tra dipinti, arredi e oggetti d’arte applicata. Dalle commodes di Giuseppe Maggiolini ai bronzetti manieristi, ai dipinti di Canaletto e Tiepolo, la proposta focalizza l’attenzione sui soggetti rappresentati, oltre che sulle tecniche e i materiali, per restituire l’atmosfera e il gusto che animano lo spazio espositivo.

In laboratorio
La fase dedicata all’accoglienza consente al visitatore di approfondire gli aspetti museologici dell’esposizione, con opportuni richiami alla tradizione delle case-museo, oltre che alle caratteristiche peculiari della collezione Zani.

Chi
Educatori museali e docenti/accompagnatori.

Per chi
Ragazze e ragazzi della scuola secondaria di I e II grado, giovani e adulti.

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Accostare una selezione significativa della collezione, attraverso un itinerario tematico legato all’iconografia mitologica/Approfondire gli aspetti storici delle case-museo, con opportuni richiami alla genesi e alle caratteristiche tipologiche.

Con quali strumenti
Una selezione significativa delle opere in collezione/Schede didattiche (per la scuola secondaria).

Per quanto tempo
L’attività dura h 1/1.15 circa (visita e laboratorio).

In Casa Museo
Il percorso focalizza l’attenzione sul genere della veduta, attraverso un affondo, e un confronto, tra alcuni dei suoi massimi esponenti in ambito veneziano, fra cui Antonio da Canal detto il Canaletto, Francesco Guardi e Bernardo Bellotto. L’atmosfera del tempo si ripropone mediante l’analisi di alcuni pezzi coevi, tra mobili e oggetti d’arte decorativa, utili a ricostruire il contesto culturale di riferimento.

In laboratorio
Un’opportuna attività di accoglienza consente al visitatore di conoscere le caratteristiche peculiari della collezione Zani, attraverso un rimando alla tradizione delle case-museo. A seguire, un approfondimento sul genere della veduta offre uno scorcio efficace del contesto culturale che l’ha generata.

Chi
Educatori museali e docenti/accompagnatori.

Per chi
Ragazze e ragazzi della scuola secondaria di I e II grado, giovani e adulti.

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Accostare una selezione significativa della collezione, attraverso un itinerario tematico legato al genere della veduta/Approfondire gli aspetti storici delle case-museo, con opportuni richiami alla genesi e alle caratteristiche tipologiche.

Con quali strumenti
Una selezione significativa delle opere in collezione/Schede didattiche (per la scuola secondaria).

Per quanto tempo
L’attività dura h 1/1.15 circa (visita e laboratorio).

Per gli alunni della scuola dell’infanzia e primaria, sono a disposizione i laboratori didattici:

A spasso con Blu

In Casa Museo
Il percorso intende sollecitare i fruitori ad individuare le diverse sfumature del colore blu, soprattutto attraverso l’analisi dei dipinti dei vedutisti veneziani inseriti nel percorso museale. In particolare, viene focalizzata l’attenzione sui seguenti autori: Giovanni Antonio Canal, detto il Canaletto, Francesco e Giacomo Guardi, Bernardo Bellotto.

In laboratorio
Ai partecipanti vengono forniti i rudimenti della pittura ad olio e a guazzo, osservati durante la visita in museo. L’attività pratica prevede la sperimentazione di diversi pigmenti, della sola tonalità del blu, per la rappresentazione di un paesaggio marino su cartoncino/carta cotone.

Chi
Educatori museali e docenti.

Per chi
Bambine e bambini della scuola dell’infanzia e primaria.

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Accostare la pittura, attraverso l’analisi di dipinti realizzati ad olio e a guazzo/Sperimentare la tecnica del guazzo, per la produzione di un manufatto pittorico

Con quali strumenti
Dipinti ad olio e a guazzo/Strumenti e supporti per l’olio su tela e il guazzo su cartoncino o carta cotone/Pigmenti

Per quanto tempo
L’attività dura h 1 circa (visita e laboratorio)

In Casa Museo
Dopo una introduzione sulle caratteristiche dell’allestimento museale, il percorso propone un approfondimento sui monili e sugli arredi decorativi realizzati in rame e corallo, provenienti da antichi laboratori trapanesi.

In laboratorio
Ai partecipanti vengono fornite le informazioni basilari sulla lavorazione del corallo, in particolare di quello prodotto a Trapani che si caratterizza per la lavorazione a retroincastro. Ogni partecipante realizza quindi un manufatto con elementi decorativi sintetici, imitativi del corallo.

Chi
Educatori museali e docenti.

Per chi
Bambine e bambini della scuola dell’infanzia e primaria.

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Accostare il corallo, attraverso l’analisi della composizione e le finalità produttive/Sperimentare la tecnica dell’assemblaggio di elementi decorativi imitativi del corallo, per la produzione di un manufatto.

Con quali strumenti
Coralli grezzi e lavorati/Pasta modellabile con effetto rame/Elementi decorativi sintetici/Basi per l’assemblaggio del manufatto

Per quanto tempo
L’attività dura h 1 circa (visita e laboratorio).

In Casa Museo
Il percorso invita i fruitori ad osservare con attenzione le diverse declinazioni del colore giallo-oro all’interno del museo, con particolare attenzione agli elementi d’arredo e alla suppellettile, allo scopo di verificarne le caratteristiche di consistenza ed effetto.

In laboratorio
Ai partecipanti vengono fornite le informazioni basilari sulle tecniche di doratura, storicamente documentate. Ogni partecipante, quindi, a partire da una sagoma predefinita in legno, completa il modello con una doratura in foglia.

Chi
Educatori museali e docenti.

Per chi
Bambine e bambini della scuola dell’infanzia e primaria.

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Accostare la doratura, attraverso l’analisi delle tecniche esecutive tradizionali/Sperimentare la tecnica della doratura a missione, per la decorazione di un manufatto con foglia in oro.

Con quali strumenti
Supporti dorati a guazzo, a missione e a conchiglia/Strumenti per la doratura/Sagome in legno di diversa forma e funzione (segnalibri, elementi decorativi…)

Per quanto tempo
L’attività dura h 1 circa (visita e laboratorio).

In Casa Museo
Il percorso focalizza l’attenzione su diversi elementi d’arredo della Casa Museo, di colore bianco, al fine di individuarne i materiali utilizzati. I fruitori sono guidati ad analizzare, in particolare, alcuni oggetti decorativi (quadri e vasi) prodotti in porcellana, realizzati dalla manifattura fiorentina Doccia, nel Settecento.

In laboratorio
Ai fruitori vengono fornite le informazioni basilari sulla lavorazione dell’argilla, distinguendo tra terracotta e porcellana. Ogni partecipante realizza quindi un manufatto con la porcellana fredda, da decorare a piacere una volta indurito.

Chi
Educatori museali e docenti

Per chi
Bambine e bambini della scuola dell’infanzia e primaria

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Accostare la porcellana, attraverso l’analisi della composizione e le finalità produttive/Sperimentare la tecnica della manipolazione della porcellana a freddo, per la realizzazione di un manufatto.

Con quali strumenti
Vasi e piatti di porcellana/Pasta modellabile bianca (porcellana a freddo)/Utensili per la lavorazione della pasta modellabile.

Per quanto tempo
L’attività dura h 1 circa (visita e laboratorio).

In Casa Museo
Dopo la fase dell’accoglienza, utile a inquadrare le caratteristiche del museo, i fruitori vengono guidati a individuare e analizzare alcuni elementi di arredo, nello specifico, i mobili delle manifatture francesi di André Charles Boulle, Nicolas Sageot ed Étienne Levasseur. Particolare attenzione è riservata ai materiali e alle tecniche esecutive.

In laboratorio
Ai partecipanti vengono forniti i rudimenti dell’ebanisteria, attraverso esemplificazioni pratiche che comprendono il riconoscimento delle principali essenze lignee e la ricomposizione di una tarsia con decorazioni fitomorfe.

Chi
Educatori museali e docenti.

Per chi
Bambine e bambini della scuola dell’infanzia e primaria.

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Accostare l’ebanisteria, applicata all’arredo domestico/Sperimentare la tecnica della tarsia lignea, per la produzione di un manufatto.

Con quali strumenti
Mandala e tangram di legno/Xiloteca/Macchina fustellatrice/Fustelle con decorazioni fitomorfe di diversi materiali (legno di balsa, cartoncino marmorizzato, fogli di rame…).

Per quanto tempo
L’attività dura h 1 circa (visita e laboratorio).

Per favorire il benessere di tutte le persone la Casa Museo propone il programma:

La bellezza che aiuta anche noi
Ideato in base alle esigenze di gruppi speciali di visitatori

Per le famiglie con bambini proponiamo gli itinerari:

Museo in famiglia

In Casa Museo
Una passeggiata naturalistica attraverso i fiori e le piante rappresentati nelle opere della Casa Museo e disseminati nel suo Giardino sollecitano sguardi poetici, dove l’immaginazione favorisce il passaggio dal codice visivo a quello testuale. Parole in libertà e piccole composizioni floreali animano suggestivi Word Cloud artigianali o virtuali, rigorosamente green.

In laboratorio
Nessuna attività prevista in laboratorio.

Chi
Educatori museali e famiglie con bambini

Per chi
Per bambini e bambine (6+) (laboratorio) e loro accompagnatori (visita)

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo e il Giardino della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Osservare, nel dettaglio, alcune specie arboree presenti nel Giardino della Fondazione Paolo e Carolina Zani/Sperimentare la tecnica del collage di elementi naturali (rametti, foglie e fiori), a corredo di brevi composizioni testuali, realizzate a mano oppure con il supporto del programma Word Art

Con quali strumenti
L. CATALANO, Il museo delle foglie cadute, Artebambini, Bologna, 2010

Per quanto tempo
L’attività dura h 1 circa

In Casa Museo
L’ascolto di Saremo alberi di M. Evangelista (Artebambini, 2010) e l’osservazione guidata di alcune specie arboree del Giardino offrono lo spunto per attivare il laboratorio, che coinvolge immaginazione e creatività. I bambini sono invitati a modellare il proprio albero, a partire da materiali naturali, come lo spago, il sughero e la carta. Si compone così una grande foresta animata, segno che identità e socialità si costruiscono attraverso la condivisione.

In laboratorio
Nello splendido Giardino della Casa Museo i bambini sono invitati a modellare il proprio albero, a partire da materiali naturali, come lo spago, il sughero e la carta. Si compone così una grande foresta animata, segno che identità e socialità si costruiscono attraverso la condivisione.

Chi
Educatori museali e famiglie con bambini

Per chi
Per bambini e bambine (3+) (laboratorio) e loro accompagnatori (visita)

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo e il Giardino della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Osservare, nel dettaglio, alcune specie arboree presenti nel Giardino della Fondazione Paolo e Carolina Zani/Sperimentare la tecnica del collage polimaterico, a soggetto arboreo

Con quali strumenti
M. L. EVANGELISTA, Saremo alberi, Artebambini, Bologna, 2010

Per quanto tempo
L’attività dura h 1 circa

In Casa Museo
Seguendo il filo dell’appassionante biografia narrata da Paola Capriolo, i ragazzi hanno la possibilità di conoscere gli aspetti della personalità pubblica, ma anche i dettagli privati della vita di Maria Callas, diva assoluta della lirica. Occasione preziosa per approfondire il tema del talento, dono di natura da coltivare con cura e perseveranza.

In laboratorio
Nessuna attività prevista in laboratorio.

Chi
Educatori museali e famiglie con bambini

Per chi
Bambini e bambine (percorso tematico) e loro accompagnatori (visita)

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo e il Giardino della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Fruire della mostra Dono d’amore, dedicata alla “divina” Callas e approfondire, nello specifico, il valore del piccolo dipinto con la Sacra famiglia attribuito a G.B. Cignaroli/Leggere i passaggi più significativi della biografia di Maria Callas, per trarne occasioni di riflessione condivisa

Con quali strumenti
CAPRIOLO, Maria Callas, EL, 2007 (ill. di Alessandra Scandella)

Per quanto tempo
L’attività dura h 1 circa.

In Casa Museo
Il laboratorio prende spunto dalla piccola tavola del pittore G.B. Cignaroli, con la Sacra Famiglia, custodito come un prezioso talismano da Maria Callas, per indagare il tema degli affetti familiari, nel contesto della mostra Dono d’amore.

In laboratorio
I bambini sono invitati a realizzare un piccolo cofanetto, un “portagioie” speciale, che racchiude le emozioni e i ricordi più cari, da conservare con amore.

Chi
Educatori museali e famiglie con bambini

Per chi
Bambine e bambini (visita + laboratorio) e loro accompagnatori (visita)

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo e il Giardino della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Fruire della mostra Dono d’amore, dedicata alla “divina” Callas e approfondire, nello specifico, il valore del piccolo dipinto con la Sacra famiglia attribuito a G.B. Cignaroli/Sperimentare la tecnica dell’assemblaggio di elementi decorativi polimaterici, per la produzione di un manufatto.

Per quanto tempo
Cartoncini colorati, già sagomati/Perline, nastri, ed altri elementi decorativi

In Casa Museo
Una nuova proposta educativa, nata per venire incontro alle famiglie del territorio, ma soprattutto per offrire una mattinata diversa dal solito ai più piccoli, all’insegna del bello. In un luogo fantastico, in cui educatori specializzati conducono bambini e ragazzi alla scoperta delle opere d’arte della Casa Museo e del suo Giardino. Vietato annoiarsi!

In laboratorio
I bambini e i ragazzi sono coinvolti in un articolato programma che, per ogni appuntamento, prevede attività a tema con LABORATORI CREATIVI, GIOCHI STRUTTURATI E LABORATORI NARRATIVI. Per conoscere il programma completo telefonare al numero 0302520479, oppure inviare una mail a info@fondazionezani.com.

Chi
Educatori museali e bambini

Per chi
Per bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni.

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo e il Giardino della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Accostare alcuni dei pezzi più importanti della collezione, selezionati in base al tema della giornata/Sperimentare tecniche e strumenti diversi per la realizzazione di manufatti creativi, in base agli stimoli dati dalla visita/Condividere l’ascolto di brani narrativi a tema, per fornire ulteriori spunti immaginativi.

Con quali strumenti
Cartoncino o foam/Pennarelli colorati/Petali e pietre colorate

Per quanto tempo
La proposta dura 4 ore.                                                                                                                                                                    Sabato 10, 17 e 24 ottobre dalle ore 10 alle ore 14.

In Casa Museo
Agli adulti viene proposto un itinerario guidato tra le opere esposte nella Casa e in Giardino; ai piccoli una breve visita al contesto museale, dedicata, in particolare, alla scoperta della fauna (innocua) che abita in museo.

In laboratorio
I bambini, a seconda dell’età, sono guidati, inoltre, a progettare e realizzare uno a scelta dei seguenti animali: spiral snake mobile, bruco di carta oppure in foam.

Chi
Educatori museali e famiglie con bambini

Per chi
Bambine e bambini (visita + laboratorio) e loro accompagnatori (visita)

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo e il Giardino della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia); Accostare alcuni dei pezzi più raffinati della collezione, abitati da salamandre, bruchi e serpenti; Sperimentare la tecnica della manipolazione e dell’assemblaggio di elementi decorativi, per la produzione di un manufatto.

Con quali strumenti
Cartoncino o foam/Pennarelli colorati

Per quanto tempo
L’attività dura h 1 circa (visita e laboratorio)

In Casa Museo
Agli adulti viene proposto un itinerario guidato tra le opere esposte nella Casa e in Giardino; ai piccoli una breve visita al contesto museale, dedicata, in particolare, alla scoperta del “giardino” profuso nel commesso di pietre dure che costituisce il prezioso piano ottagonale realizzato alla fine del XVII secolo presso l’opificio fiorentino dei Medici.

In laboratorio
I bambini sono guidati, inoltre, a progettare e realizzare un mandala a tema naturalistico, mediante l’assemblage di petali e pietre colorate.

Chi
Educatori museali e famiglie con bambini

Per chi
Bambine e bambini (visita + laboratorio) e loro accompagnatori (visita)

Con quali obiettivi
Conoscere la Casa Museo e il Giardino della Fondazione Paolo e Carolina Zani di Cellatica (Brescia)/Accostare la tecnica del mosaico di pietre dure, attraverso l’analisi del prezioso piano ottagonale a soggetto naturalistico in commesso fiorentino/Sperimentare la tecnica dell’assemblaggio di elementi decorativi, per la produzione di un manufatto.

Con quali strumenti
Petali e pietre colorate/Base ottagonale per l’assemblaggio del manufatto

Per quanto tempo
L’attività dura h 1 circa (visita e laboratorio)